Il Test Psicologico

Il Test Psicologico è una particolare tecnica con la quale si valuta una funzione, una capacità, un atteggiamento, un’attitudine o un aspetto della personalità.

Conoscersi: personalità ed emozioni

Come sostiene David Keirsey la personalità è formata da due aspetti: temperamento e carattere. Il temperamento è l’indole, la costituzione di una persona, ed è composto dalle naturali inclinazioni, mentre il carattere è formato dalle abitudini di pensiero e azione. Potremmo definire quindi il temperamento una predisposizione e il carattere una disposizione d’animo e di atteggiamento mentale.

La Famiglia

Ogni nuova famiglia è l’unione di due mondi che, per quanto simili, restano sempre diversi. Caratteri, abitudini, educazione, personalità acquisiti nella famiglia d’origine sono gli elementi che contribuiscono ad avvicinare e, al tempo stesso, ad allontanare due persone. Ogni famiglia, in un certo senso, è un mondo completo, una sfera che in sé racchiude personalità note tra loro, caratteri conosciuti e assimilati, comportamenti acquisiti e diventati più o meno prevedibili.

Scuola e Lavoro

Perché si va a scuola? Quante volte ce lo siamo chiesto da bambini, quando la mattina presto eravamo costretti a uscire dal caldo accogliente delle coperte per affrontare interrogazioni e compiti? La risposta è semplice: per ricevere un’istruzione, per imparare a leggere e scrivere, a fare calcoli, ma soprattutto per imparare a organizzare le nostre capacità di pensiero, a risolvere problemi e a utilizzare in modo costruttivo le informazioni. In una parola per “crescere”, per diventare persone adulte e consapevoli.

Le funzioni mentali: intelligenza, memoria, sogni

L’intelligenza non è mai stata definita con chiarezza dal punto di vista scientifico. Nel passato era ritenuta un insieme di abilità ereditate. Oggi si tende ad escludere che l’intelligenza dipenda solo da fattori genetici; e si ritiene che sia, invece, una sorta di “cocktail” di abilità ereditarie e, soprattutto, di risultati dell’esperienza.; si ritiene, inoltre, che  esistano diverse intelligenze, non una sola.

Amore e Sentimenti

L’amore non ha età, il colpo di fulmine miete vittime senza distinzioni di sorta. E il bersaglio colpito ne è spesso condizionato. D’altronde, innamorarsi fa bene alla salute. Quando Cupido lancia le sue frecce, non sempre il bersaglio viene centrato. Molte volte dai tiri con l’arco del fanciullo alato nascono soltanto simpatie, infatuazioni, passioncelle di poco conto e di breve durata.

Erotismo e Sessualità

L’erotismo è uno degli aspetti della vita interiore dell’uomo. Gli antichi greci lo avevano collocato nella sfera dei sentimenti. Da un lato c’è da chiedersi se oggi sia stato del tutto appiattito dalla pornografia e dal cattivo gusto, dall’altro come il fenomeno evolverà nel futuro. Nel mondo classico, eros era la sessualità sublimata, trasferita dal terreno naturale e materiale alla sfera dei sentimenti. I greci avevano purificato il costume sessuale, elevandolo al di sopra della pura e semplice carnalità.

Società e ruoli sociali

Ogni singola persona ricopre, all’interno della società, contemporaneamente più status che la portano ad avere una molteplicità di rapporti e, talvolta, a subire dei conflitti tra le varie posizioni. Un tempo (ma oggi sono cambiati soltanto alcuni particolari), vivere da soli significava moltiplicare le possibilità di morte precoce. L’uomo che apparteneva a una tribù, per esempio, poteva dedicarsi alla caccia e assicurare per diversi giorni il cibo a sé e alla propria famiglia; e, appartenendo a un gruppo, di nemici se ne avevano di meno.

   

Un test psicologico deve:

  • costituire una “situazione standardizzata” cioè essere presentato e svolto in condizione identica per tutti.
  • Un secondo requisito proprio del test psicologico è la “validità”. Essere valido, per un test, significa essere in grado di misurare la caratteristica di cui si sta parlando. Se voglio sapere quanto sono alto non salirò su una bilancia, userò, invece, un metro, perché, a giudizio unanime, è l’unico strumento «valido» per raggiungere lo scopo che mi sono prefisso.
  • Un terzo elemento che deve possedere i! test psicologico è quello della “attendibilità”. Se uno strumento deve misurare una particolare caratteristica, dovrà essere in grado di farlo in modo stabile e costante. Se prendo un metro per misurare un tavolo, certamente ne utilizzerò uno di legno o di metallo, non uno di gomma perché l’unità di misura deve essere stabile, fissa e invariabile.
  • Un’ultima caratteristica che deve possedere lo strumento di misura per essere definito «test» è quella di essere tarato. La taratura consiste nel valutare di quanto ogni persona, che risponde ad un test psicologico, si allontani dalla media delle risposte date dagli altri.
test psicologico
   

Quasi tutti i test presentati in questo sito sono costituiti da un insieme di domande.

È ovvio che il risultato che si ottiene con questo specifico tipo di test dipende dalla sincerità di chi risponde e dalla, capacità dì presentarsi in modo spontaneo e autentico sapendo sfuggire alla tentazione di descrivere nel test il meglio di sé o, più semplicemente, ciò che si vorrebbe essere.

Nelle pagine di questo sito è possibile trovare test di psicologia (conoscersi, le emozioni, la sessualità, il lavoro, la società), ma anche quiz e problemi di logica e di intelligenza

   

Il Test Psicologico: una "spia" della personalità

Ogni persona possiede una propria organizzazione di percezioni, motivi e risposte che, componendosi tra loro in misura variabile, la rendono unica e irripetibile.

Per misurare e rendere leggibili le differenze con le quali ogni soggetto  percepisce l’ambiente, gli psicologi si avvalgono delle scale di valutazione, o test, fra i quali i più diffusi sono quelli a questionario e quelli proiettivi.

Nei casi anormali il comportamento di un individuo è facilmente prevedibile. Per esempio, un aracnofobico, cioè una persona che ha paura dei ragni, scoprendosi vicino a uno di quegli animaletti, proverà l’immediato impulso di fuggire, diversamente da quanto farebbero coloro che non li temono; così come il claustrofobico, cioè colui che ha paura degli spazi chiusi, si guarderà dall’entrare in un ascensore, mentre tutti gli altri sarebbero ben lieti di evitare qualche faticosa rampa di scale. Nei casi normali, invece…

Continua a leggere...

Le soluzioni dei quiz le trovi su:

Soluzioni quiz matematici e logici

Seguici su Facebook